Come scegliere il lavabo per il bagno? Consigli tecnici e di stile - Arblu Blog
Angolo tecnicoConsigli

Come scegliere il lavabo per il bagno? Consigli tecnici e di stile

come scegliere il lavabo - arblu - lavabo integrato nel top del mobile
Tempo di lettura: 3 minuti

Integrato nel top, in appoggio, a semincasso e tanto altro: stiamo ovviamente parlando del lavabo, uno degli elementi più importanti della stanza da bagno. È utilizzato da tutti e tutti i giorni, e non può esistere bagno senza: sceglierlo con cura è fondamentale per creare un ambiente pratico, accogliente e piacevole.

In questa guida abbiamo raccolto alcuni consigli utili, per orientarsi nella scelta senza dimenticare dettagli importanti.

La terminologia corretta: lavabo o lavatoio?

Nella lingua parlata può capitare che si usino come sinonimi, ma in realtà lavabo e lavatoio hanno significati specifici.

Il lavabo è il sanitario destinato primariamente al lavaggio delle parti superiori del corpo, ed è composto da uno o più bacini dotati di scarico. La sua profondità ottimale è di circa 12/14cm, nel mercato è disponibile anche meno profondo (6/8cm). Questa scelta è molto gradevole esteticamente, ma può risultare poco pratica.

Il lavatoio è una variante del lavabo: ha maggiore profondità, presenta una parte inclinata ed è destinato alla lavanderia.

Quale lavabo scegliere? Gli elementi da considerare

Il mercato è ricco di proposte: strutture, materiali, tipologia di scarico e molti altri elementi permettono la creazione di un prodotto altamente personalizzato.

Come orientarsi tra tutte queste variabili? La progettazione parte da tre considerazioni principali: la dimensione della stanza, la sua funzione (ad esempio se si tratta di un bagno padronale o di servizio) e lo stile desiderato.

Una volta definiti questi elementi, sarà possibile selezionare con maggior facilità il prodotto più adatto.

1.   Tipologie di lavabo

  • Lavabo su colonna: è il tradizionale lavabo in ceramica, supportato da una colonna montata a pavimento.
  • Lavabo sospeso: prevalentemente in ceramica, è supportato da staffe fissate a parete e richiede il rispetto di alcuni vincoli per l’ancoraggio al muro.

Lavabi su mensola Arblu: Lavabo Skin Rettangolare, a semincasso (sinistra) e Ciotola 42 Pietrablu, da appoggio (destra)

  • Lavabo su mensola, top o mobile:
    • Lavabo a incasso
    • Lavabo a semi-incasso
    • Lavabo da sottopiano
    • Lavabo da appoggio

Il lavabo incassato è un grande classico (un po’ in disuso) e può essere sottopiano (se resta al di sotto della mensola) o soprapiano, chiamato anche lavabo bagno da semincasso (se la sua profondità è superiore rispetto a quella del mobile e sporge quindi dallo stesso). Infine, il lavabo da appoggio, chiamato anche ciotola, è una scelta che permette molte libertà stilistiche, sia nelle forme che nei materiali.

Queste tipologie di lavabo possono essere scelte in diverse finiture e materiali, come ceramica, Pietrablu, Tecnoblu e Solid Surface.

Lavabi freestanding Arblu Tulip (a sinistra) e Allegro (a destra).

  • Freestanding: una scelta che può essere di alto design e moderna (come nel caso di Allegro o del Monolite Tulip).
  • Lavabo integrato nel top
    Questa soluzione ha raccolto molti consensi negli ultimi anni, diventando la tendenza più diffusa.

Il lavabo integrato può essere formato da un pezzo unico oppure da più pezzi montati insieme. La prima opzione, priva di spigoli, offre il vantaggio di una pulizia più facile del piano. La seconda permette invece la creazione di design particolari, ad esempio attraverso l’utilizzo di più materiali (come il gres) per i diversi pezzi. Quest’ultima tipologia può risultare, però, più difficile da pulire.

2.   Tipologia di scarico

Lo scarico è solitamente di due tipologie.

Lo scarico tondo è il più diffuso; con copripiletta cromata o a effetto materico, può essere anche a filo con il fondo del lavabo.

Lo scarico caditoia copre invece tutta lunghezza del lavabo ed è disponibile in diverse tipologie.  

3.   Troppopieno

A differenza del passato, oggi è possibile scegliere un lavabo con o senza troppopieno, il foro che permette all’acqua di defluire quando sta per fuoriuscire dal lavandino.

La seconda soluzione richiede una piletta a scarico libero, che lascia defluire l’acqua di continuo e non permette al lavabo di riempirsi.

3.   Facilità di pulizia

Affinché la pulizia sia pratica e veloce, è consigliato scegliere prodotti con forme morbide e angoli con ampi raccordi, dove è più difficile che si accumuli la sporcizia.

La funzionalità incide molto sulla scelta del materiale. Ceramica, vetro e materiali specifici come Pietrablu™ sono indicati per chi vuole un prodotto che non richieda una manutenzione eccessiva.

Alternative più “delicate” come Corian® e pietra naturale richiedono invece maggiore attenzione; si tratta infatti di materiali che possono essere discretamente porosi e non troppo resistenti ad alcuni prodotti di uso comune.

 

Stai cercando un nuovo lavabo? Lasciati ispirare dalla board Pinterest dedicata e non dimenticarti di salvare le tue proposte preferite!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2020 Arblu - Partita IVA IT 01301710933 - Privacy Policy