Come pulire il piatto doccia - Arblu Blog
Consigli

Come pulire il piatto doccia

come-pulire-il-piatto-doccia
Tempo di lettura: 3 minuti

Il piatto doccia è l’unico elemento con cui entriamo a diretto contatto con la pelle, appoggiando le piante dei piedi per tutta la durata della doccia. Qui, inoltre, confluiscono l’acqua (che a seconda dei casi può contenere più o meno calcare), i residui di epidermide e capelli, e tutti i prodotti che utilizziamo per l’igiene personale: shampoo, balsamo, bagnoschiuma, scrub e saponi vari.

Il primo passo per prevenire i possibili danni è scegliere un piatto doccia resistente e di qualità.

Sarà cura dell’installatore consegnare il libretto di uso e manutenzione: è molto importante conservarlo, perché al suo interno si trovano la scheda prodotto e tutte le istruzioni per la cura e la manutenzione, da poter consultare all’occorrenza, anche dopo che saranno passati diversi anni dal suo montaggio.

I vantaggi di una superficie texturizzata

Accanto ai piatti doccia lisci in ceramica, esistono oggi in commercio diverse soluzioni con superfici texturizzate, realizzate a partire da minerali e resine. Un esempio sono quelle che fanno parte del sistema di superfici Pietrablu di Arblu.

Oltre all’interessante risultato estetico, queste si rivelano un’ottima scelta anche dal punto di vista funzionale. Un piatto doccia di questo tipo garantisce, infatti, ogni comfort nell’utilizzo: la superficie è antibatterica, antiscivolo, con una buona resistenza agli urti e facile da pulire.

Rispetto ai piatti doccia in ceramica, questi hanno uno spessore minimo e possono essere installati sia a filo pavimento che sopra pavimento, a seconda delle diverse esigenze funzionali e di design.

Sono disponibili 4 tipi di texture con otto colorazioni di tonalità sia chiare che scure.

La pulizia dei piatti doccia

Per avere un piatto doccia sempre pulito e bello come il primo giorno, è sufficiente seguire questi semplici accorgimenti.

Pulizia ordinaria

Dopo ogni doccia è consigliabile risciacquare la superficie con abbondante acqua, utilizzando semplicemente il soffione, in modo tale da togliere subito ogni residuo di shampoo, docciaschiuma, tinta per capelli o altri prodotti da bagno utilizzati, e poi asciugare passando un panno morbido.

Questo piccolo accorgimento garantirà una lunga vita al piatto doccia, prevenendo la formazione di ogni possibile incrostazione e facilitando anche le pulizie periodiche.

Pulizia periodica e macchie ostinate

Per le pulizie più approfondite del piatto doccia vanno utilizzati detergenti non abrasivi adatti alla pulizia del bagno, da applicare con un panno morbido (vietatissime le spugnette metalliche!). In caso di eventuali macchie particolarmente ostinate, queste possono essere rimosse con un apposito prodotto a base di aceto. L’unica accortezza è di risciacquare sempre con abbondante acqua, anche dopo aver applicato i detersivi più delicati.

ATTENZIONE: non usare solventi (come acquaragia, acetone o trielina), svernicianti, prodotti per la pulizia del forno e per la pulizia dei metalli. In caso accidentale di contatto con la superficie di questi prodotti, risciacquare immediatamente con abbondante acqua.

Come eliminare il calcare dal piatto doccia?

Uno dei problemi più comuni nella cura e manutenzione della doccia è la lotta contro le incrostazioni create nel tempo dall’acqua molto dura.

Per prevenire questo inconveniente esistono in commercio diversi sistemi per addolcire l’acqua, altrimenti è possibile eliminare il calcare dal piatto doccia seguendo questi semplici passaggi:

  1. applicare un detergente non abrasivo con un panno morbido;
  2. sciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di sapone o altro;
  3. trattare la superficie con una soluzione composta da 1/3 di aceto di vino bianco (con 6% di acido acetico) e 2/3 di acqua;
  4. tamponare l’area con un panno morbido o della carta assorbente;
  5. risciacquare con abbondante acqua.

Per macchie più ostinante lasciare agire per 15/20 minuti prima di passare il panno sulla superficie e risciacquare con l’acqua.

Come pulire i piatti doccia colorati

Oltre al classico bianco, sono ora di tendenza anche piatti doccia con finiture dalle tonalità più scure.

In caso di acqua particolarmente dura, su questi tipi di colore le macchie possono risultare un po’ più evidenti. La regola è comunque molto semplice: risciacquare e asciugare bene il piatto doccia a ogni utilizzo, in modo da non far depositare il calcare.

>>> Scopri i piatti doccia Arblu <<<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2020 Arblu - Partita IVA IT 01301710933 - Privacy Policy